Political Ideas in the Romantic Age Their Rise and Influence on Modern Thought (2014, Princeton University Press)

Review :

Avvertenze per il lettore generalista

Non ho n le conoscenze, n la presunzione per scrivere un commento al libro di Berlin che possa risultare utile a qualcuno.
Quindi, mi limito a qualche avvertenza ad altri lettori generalisti come il sottoscritto.

Il libro si compone di quattro saggi tra loro collegati, originariamente scritti come lezioni universitarie.
Affrontarli senza una base di studi di filosofia, anche solo a livello liceale, mi pare sinceramente arduo.
Si tenga conto che il sottoscritto ha studiato in un modesto liceo di provincia, il cui titolare della cattedra di filosofia ritenne opportuno - per dire - impostare lo studio di Platone sullelenco di titoli dei Dialoghi, da imparare a memoria (Critone, o dellimportanza delle leggi, etc.). Il titolare aveva anche qualche problema con la bottiglia, o meglio lui ci andava daccordissimo, era la bottiglia a creargli dei problemi.

Non comunque indispensabile conoscere approfonditamente gli autori di cui Berlin parla, perch le teorie sono illustrate con chiarezza e da un angolo visuale specifico, ossia la posizione di ciascuno rispetto alla domanda fondamentale per lautore in tema di filosofia politica: Perch si dovrebbe obbedire a un altro uomo o a un gruppo di uomini.
Quindi, se non ricordate granch della metafisica di Fichte o non avete mai sentito parlare di Herder, questo non dovrebbe scoraggiarvi. Al massimo, tenetevi nei dintorni di una Garzantina o di Wikipedia, o del vostro manuale di storia della filosofia.
Quanto agli autori maggiori, come Hume, Kant, Rousseaue Hegel, vale quanto detto sopra: langolo visuale rimane quello limitato delloggetto delle lezioni.

L'autore uno dei "grandi vecchi" del pensiero liberale, l'impostazione dichiarata.
Il libro scritto, a mio parere, molto bene. Spesso ci sono ripetizioni nelle argomentazioni, che credo dipendano dallo scopo originale degli scritti. Comunque, lungi dal rendere pesante la lettura, possono risultare utili per non perdere il filo delle argomentazioni. Proprio quello che Berlin si proponeva di ottenere con i suoi studenti.
Spesso filtrano le simpatie (e soprattutto le antipatie) personali dellautore, a cui (per esempio) Rousseau non era molto gradito.

Per gli appassionati di storia contemporanea, il quarto saggio in particolare interessante perch getta luce sulle origini culturali profonde del pensiero tedesco dellottocento, che ha avuto non poca parte nel creare le condizioni favorevoli allaffermazione dellautoritarismo prussiano degli Hoenzollern e, in seguito, del nazionalsocialismo.

In conclusione, una lettura certamente impegnativa, ma affascinante e, nei limiti in cui ha senso usare questo termine per un saggio, coinvolgente.


46 downloads 2874 Views 6.2 MB Size